Garanzia legale e convenzionale

La Garanzia Legale e regolata in modo preciso dal Codice del Consumo (d.lgs.206/05), agli articoli dal 128 al 135, regola la garanzia legale sui beni di consumo venduti ai consumatori, la cui norma originaria è il d.lgs. 24/2002.E tutela al consumatore in caso di prodotti difettosi, non corrispondenti alla descrizione o mal funzionanti.

La“Garanzia Legale”, dev'essere riconosciuta dal rivenditore,che poi è quello che ha stipulato il contratto di compravendita con l'acquirente. La durata della Garanzia Convenzionali è 2 anni per l’italia.

La Garanzia Legale di conformità può far valere il consumatore nei confronti del venditore che li ha venduto il bene, anche se diverso dal produttore.

E fondamentale per il consumatore conservare il documento di garanzia (scontrino fiscale,fattura), è il solo metodo per attestare la data, il luogo e l’origine del prodotto. In maniera tale da presentare presso il venditore quando si procede al diritto di recesso.

Consiglio di fotocopiare lo scontrino in quanto essendo carta chimica si cancella facilmente la scrittura dopo poco tempo, c’é il rischio che non sia più idoneo e con tutti i dati precedentemente presenti sul documento.

In presenza di un vizio o difetto di conformità manifestato al momento della consegna o i seguito, il cliente ha diritto per legge alla riparazione o sostituzione dell’oggetto. Senza che gli venga addebitata alcuna spesa.

Se parliamo di prodotti elettronici, generalmente realizzati da grandi marchi, tendiamo a pensare che la garanzia debba essere riconosciuta dal produttore. Infatti, tutti i produttori riconoscono una garanzia che protegge il consumatore dai difetti di produzione.

Questa garanzia è chiamata"convenzionale" e non è affatto un obbligo per il produttore di prevederlo, come anche le condizioni che lo regolano non sono vincolate. La garanzia legale e la garanzia convenzionale si sommano: quella della legge e le sue protezioni sono garantite in qualsiasi acquisto di beni di consumo, mentre le condizioni della garanzia convenzionale, che non possono influenzare quelle della garanzia legale, possono variare da produttore a produttore e anche tra diversi modelli dello stesso produttore.

La responsabilità del venditore opera per un periodo di 2# anni dal momento dell’acquisto, o meglio Della avvenuta consegna. Consumatore ha l’onere di comunicare al venditore l’esistenza del vizio o Del difetto di conformità del bene entro 60 giorni dalla data della sua scoperta.

Infatti, la garanzia convenzionale è quindi per rendere l'acquirente più fiducioso nell'acquisto di quel prodotto; potrebbe non essere nemmeno previsto; può avere una durata unilateralmente decisa dal produttore (ad esempio 6 mesi "tutto compreso" e altri 6 mesi solo per ciò che riguarda i pezzi di ricambio); può essere fornito "on site" (cioè con intervento a casa dell'utente) o "on center" (cioè solo presso centri di assistenza autorizzati).